Regolamento Generale MotocClub Napulè


regolamento generale motoclub napulè
regolamento generale motoclub napulè

REGOLAMENTO GENERALE

A. Possono partecipare alla gite moto turistiche organizzate dal MotoClub Napulè tutti i Soci del Club.

B. Il regolamento per lo svolgimento delle gite è visibile qui di seguito e tutti i partecipanti devono averne preso visione.

C. All’atto dell’iscrizione l’iscritto accetta integralmente il regolamento per lo svolgimento delle gite moto turistiche.

D. All’atto dell’iscrizione l’iscritto accetta che i suoi dati vengano gestiti elettronicamente secondo quanto previsto dall’art. 13 D. Lgs. 30.06.2003 n. 196.

E. Le prenotazioni delle gite vanno accompagnate dal pagamento di un acconto minimo obbligatorio, che sarà comunicato con apposita circolare. In caso di gite a numero chiuso verrà data precedenza alle prenotazioni dei Soci in regola con il versamento dell’acconto. Il saldo deve essere versato entro i termini comunicati con apposita circolare.

F. In caso di rinuncia, il rinunciatario avrà diritto al rimborso della somma versata al netto delle eventuali spese già sostenute dal Motoclub o penalità imposte da terzi.

G. In caso di forza maggiore il MotoClub Napulè ha la facoltà di modificare o annullare, totalmente o parzialmente il viaggio con l’obbligo di restituzione delle somme versate dai partecipanti al netto delle spese sostenute e/o da sostenere.

H. Il partecipante e l’eventuale passeggero viaggia a proprio rischio e pericolo e l’organizzatore non sarà responsabile in alcun caso di eventuali danni o infortuni subiti, né di furti o smarrimenti avvenuti in qualsiasi momento.

I. L’organizzazione di un evento/viaggio motociclistico è finalizzato al raggiungimento dello scopo sociale che è, lo ricordiamo, la diffusione fra i soci di un “mototurismo consapevole” ovvero l’utilizzo della moto come strumento per viaggiare in libertà ed in serenità, ma sempre nel rispetto delle regole del Codice della Strada e del rispetto dell’ambiente. In nessun modo la semplice organizzazione di un viaggio potrà trasformare implicitamente o esplicitamente il MotoClub Napulè in un’agenzia di viaggio o in un ente commerciale, essendo e rimanendo sempre un’associazione sportiva dilettantistica senza fine di lucro.

J. Accettazione del regolamento: coloro che aderiscono ad un evento, programma o gita organizzata dal MotoClub Napulè, dichiarano di accettare integralmente il presente Regolamento Generale e le condizioni previste ai numeri 1, 2, 3, 4. Dichiarano inoltre di accettare integralmente il Regolamento per lo svolgimento delle gite moto turistiche e le sue condizioni previste ai numeri 1, 2, 3, 4 e tutti i sottocapitoli del n. 4 e di sottoscrivere contestualmente al presente Regolamento e senza riserve anche l’Assunzione di Responsabilità (Manleva) descritta al punto 3 del seguente.

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLE GITE MOTO TURISTICHE

Al fine di perseguire le finalità proprie del Club, il Direttivo del MotoClub Napulè ha definito il seguente Regolamento a cui tutti i Soci devono fare riferimento:

1) Esecuzione delle gite:

Le gite si svolgeranno secondo il percorso stabilito che ogni partecipante è tenuto a conoscere. All'uopo verrà inviata comunicazione via e-mail ad ogni partecipante, ma nell'eventualità ciò non fosse stato possibile, ognuno è tenuto a consultare il sito web del Motoclub (www.motoclubnapule.it) per prenderne visione e stamparsi il programma. Tuttavia, nel caso in cui si verificassero condizioni tali da pregiudicare lo svolgimento dell’evento in condizioni di sicurezza, l’organizzatore avrà facoltà di modificare il percorso o il programma di svolgimento del viaggio anche durante lo stesso.

2) Responsabilità:

Ogni partecipante all'evento si impegna a rispettare il presente regolamento, il programma e le relative tempistiche. Sarà cura del socio partecipante rendere edotto di ciò il proprio passeggero o i propri ospiti e far rispettare il presente regolamento in ogni sua parte. Il MotoClub Napulè declina ogni responsabilità per danni a cose e/o persone provocati o subiti dai partecipanti alle gite nel corso delle stesse.

3) Assunzione di Responsabilità (Manleva):

Con l’iscrizione alle gite i partecipanti dichiarano e garantiscono di sollevare il MotoClub Napulè, il Presidente, il Consiglio Direttivo e comunque tutto lo staff organizzativo da ogni responsabilità per danni che a loro derivassero o derivassero a terzi o a cose di terzi, per effetto della loro partecipazione alle attività, rinunciando a priori a qualsiasi rivalsa ed azione risarcitoria nei confronti del MotoClub Napulè.

4) Regole da rispettare durante l’evento:

a) Il giorno della partenza, all'ora del ritrovo, verranno effettuate le conferme delle rispettive iscrizioni. Si invita a presentarsi all'orario del ritrovo e non all'orario della partenza.

b) Alla partenza vengono indicate ai partecipanti le seguenti figure: il “Tour Leader” che guida il gruppo, la “SCOPA” che lo chiude, e uno o più “JOLLY” che si muovono lungo il gruppo, si fermano per segnalare le deviazioni e comunicano al leader eventuali problemi e/o particolari necessità. Queste figure saranno presentate al gruppo prima della partenza.

c) Tutti gli itinerari vengono percorsi nel rispetto delle norme del Codice della Strada, in particolare per quanto riguarda i limiti di velocità, ma anche nel rispetto dell’ambiente e delle norme di comportamento civile (evitare le sgommate, rispettare gli arancioni, non sgasare in centro abitato o dentro le gallerie, ecc.). Per i tratti di trasferimento in Autostrada l’andatura prevista, in situazioni di normali condizioni atmosferiche e di traffico, è quella di codice.

d) Nessun equipaggio e nessuna moto dovrà mai superare il Tour Leader, che ricordiamo, condiziona la sua andatura al tipo di strade che si percorrono, al Codice della Strada e tenendo conto dei partecipanti più lenti. E’ esclusivamente la Scopa a chiudere l’intero gruppo.

e) Nel programma sono indicati i PUNTI DI RITROVO, nei quali il gruppo farà una sosta ad orari stabiliti. Tutti devono rispettare questi brevi pit-stop in quanto necessari per ricompattare il gruppo e sono il luogo successivo da raggiungere in caso di eventuale smarrimento da parte di qualche membro del gruppo.

f) Chi volesse percorrere qualche tratto ad andatura superiore dovrà comunicarlo al Tour Leader, ma dovrà obbligatoriamente attendere il gruppo al Punto di Ritrovo successivo in modo da essere sicuro che il gruppo passerà nel punto in cui si trova. Si ricorda infatti, che il mancato rispetto della tabella di marcia è solitamente imputabile ai motociclisti che superano il Tour Leader e poi si perdono.

g) In gruppo non ci si mette in gara con gli altri e non si sorpassa in curva.

h) Se uno si ferma per seri o gravi motivi, tutti si fermano. Al contrario, se uno vuole fermarsi per proprie personali esigenze o deve fare un rabbocco di benzina non programmato dal Tour Leader, avvisi ALMENO 2 componenti del gruppo, in modo che venga aspettato al Punto di Ritrovo successivo.

i) Tenere SEMPRE un occhio nello specchietto: se non vedete più chi vi segue è possibile che dietro di voi ci sia un problema! Fermatevi, aspettate un pochino e semmai tornate indietro a vedere (non in autostrada!)

j) In gruppo spesso è importante la comunicazione tra una moto e l'altra. Sembra strano dirlo, ma ricordatevi che potete comunicare solo con chi avete a fianco o chi sta dietro di voi, chi è davanti non vi vede e non vi sente.

k) Una moto in difficoltà viaggia scortata da almeno altre due moto: una davanti e una dietro. Non abbiate paura ad usare le 4 frecce in questo caso!

l) Ricordate: anche chi procede troppo lentamente, magari pure al buio e su strada trafficata, costituisce pericolo e rischia di essere travolto.

m) Sappiate che siete responsabili dei danni fisici riportati dal vostro passeggero in caso di caduta! Per cui chi fa uso di alcolici, chi si mette in viaggio in uno stato psicofisico non ottimale, chi porta con sé passeggeri senza abbigliamento adatto, sa cosa potrebbe rischiare!

n) Alla partenza ci si presenta con il pieno, con la moto controllata e a posto! In particolare vanno controllati i pneumatici, i freni, il livello dell’olio, la carica della batteria. Nel caso di gite di più giorni con chilometraggio previsto di oltre 2000 km è consigliato partire con pneumatici nuovi.

 

CONSIGLI UTILI

Consiglio 1:

DIFENDETEVI. Guidare una moto significa stare in equilibrio su due ruote e la vostra unica difesa è ciò che indossate. L’utilizzo del paraschiena ha già salvato tante vite e costa poco … Indossatelo sempre, anche se fa caldo! Una mosca, quando andate a 100 all’ora equivale ad un sasso tirato con una fionda! Evitate mise da spiaggia, infradito o bermuda e utilizzate indumenti tecnici che vi salvano la buccia se “grattugiate” l’asfalto. Usate i guanti anche a ferragosto, magari traforati, vi salvano le mani in caso di caduta e non avrete problemi un domani di tunnel carpale.

Consiglio 2:

quando ci si ferma a fare benzina, fate il rabbocco anche se avete ancora mezzo serbatoio pieno; tanto siete già fermi e col pieno si viaggia più tranquilli, eviterete dopo 100 km di fermare tutti gli altri.

Consiglio 3:

tenete il VOSTRO passo! Un buon gruppo si adeguerà di buon grado al più lento, non forzate la vostra andatura per non "essere di peso". La vostra incolumità è più importante di tutto. Per cui: andate al ritmo che vi si confà e fate esperienza. Pian piano poi, il passo aumenta da sé. Tuttavia, i neofiti sono caldamente invitati a controllare nel programma della gita la percorrenza giornaliera: se essa è superiore ai 300 Km. significa che l’andatura media sarà un po’ sostenuta. Il consiglio è di fare esperienza iniziando con le gite più brevi.

Consiglio 4:

Impara la strada, studia il programma prima di partire e ascolta i briefings. Se hai dubbi, informati! Se hai richieste, chiedi! Se hai problemi, esponili! Il Capogita è lì anche per questo.

 Consiglio 5:

Rispetta i tempi. Fai pipì alle soste programmate, fai benzina assieme agli altri e quando il Capogita avvisa che è ora di partire, preparati a partire! Lasciare che tutti ti aspettino perché ti sei attardato per l’ultima sigaretta è una pesante mancanza di rispetto nei loro confronti.

Consiglio 6:

Impara a gestirti ai semafori. Serra la fila quanto ti avvicini ad essi e guarda lo specchietto; se gli altri si fermano, rallenta e aspetta.

Consiglio 7:

Rilassati, viaggiare in moto è libertà, è fuga dal quotidiano, è momento di svago, è ritrovarsi con gli amici condividendo momenti importanti. Lascia a casa i tuoi problemi quotidiani e sii gioviale. Se durante la gita qualcosa non ti piace, tienitelo per te: criticare non serve a nulla e crea solo malumore diffuso. L’organizzazione di una gita, anche solo di un giorno, è una cosa molto complessa e faticosa. Chi si impegna a farlo lo fa solo per passione e, se qualcosa non ti va, la prossima volta proponiti per dare una mano: ogni aiuto o suggerimento positivamente costruttivo è il benvenuto.

Andiamo in moto per divertirci, non dimenticarlo mai.

0 Condivisioni